Le tre Corone - Special Event

-

Location: Rome Global Gateway

Voci sull’Inferno di Dante. Una nuova lettura della prima cantica, a cura di Zygmunt G. Barański e Maria Antonietta Terzoli, Roma, Carocci Editore, 2021.
Tre Corone Special Event Ottle

Questo primo evento speciale è dedicato al volume Voci sull’Inferno di Dante, che raccoglie le letture canto per canto della prima cantica della Commedia, offerte nel corso di cinque incontri seminariali all’Università di Basilea tra il 2019 e il 2021. Il libro è contraddistinto da una prospettiva internazionale: le voci sono infatti quelle di studiose e studiosi di provenienze geografiche e tradizioni di studi diverse che, in occasione del centenario dantesco, contribuiscono a una rivalutazione critica dell’Inferno e di alcuni degli aspetti e delle tematiche fondamentali del testo dantesco. Oltre alle letture incentrate sui singoli canti infatti, cinque saggi sono rispettivamente dedicati a un’introduzione all’Inferno, alla composizione e trasmissione del testo, a un’indagine sui temi di amore e colpa dalla Vita nova all’Inferno, e su dottrina e dannazione nel Convivio e nella prima cantica, e infine ad una nuova mappatura del problema della lingua nel De vulgari eloquentia e nell’Inferno.

Download Poster

Register Here

Zygmunt G. Barański è Emeritus R. L. Canala Professor of Romance Languages and Literaures presso la University of Notre Dame e Serena Professor of Italian Emeritus presso la University of Cambridge e autore di numerosi studi sull’opera di Dante e la sua ricezione, sulla tradizione letteraria italiana medievale con particolare attenzione ad autori quali Cavalcanti, Petrarca e Boccaccio, sulla letteratura, cultura e cinema italiani contemporanei con vari studi su Pasolini. Tra i suoi libri: The New Italian Novel (con Lino Pertile) (1993); “Libri poetarum in quattuor species dividuntur”. Essays on Dante and ‘Genre’ (1995); “Luce nuova, sole nuovo”. Saggi sul rinnovamento culturale in Dante (1996); The “Fiore” in Context: Dante, France, Tuscany (with Patrick Boyde) (1997); Pasolini Old and New. Surveys and Studies (1999); Dante e i segni. Saggi per una storia intellettuale di Dante (2000); “Chiosar con altro testo”. Leggere Dante nel Trecento  (2001; premio per la critica letteraria Valle dei Trulli); Cambridge Companion to Modern Italian Culture (con Rebecca West) (2001); Petrarch and Dante. Anti-Dantism, Metaphysics, Tradition (con Theodore J. Cachey Jr.) (2009); Dante in Context (con Lino Pertile) (2015).The Cambridge Companion to Dante’s “Commedia” (con Simon Gilson) (2019); Dante, Petrarch, Boccaccio. Literature, Doctrine, Reality (2020).

Maria Antonietta Terzoli è Professoressa presso l’Università di Basilea e autrice di molti studi sulla letteratura italiana dal Trecento al Novecento. Tra i suoi lavori: Il libro di Jacopo (1988), La casa della "Cognizione" (1993 e 2005), Foscolo (2000, 2008, 2010 e 2016), Le lingue di Gadda (1995), I margini del libro (2004), Le prime lettere di Jacopo Ortis (2004), Piccolomini und Basel (2005), Piccolomini: uomo di lettere (2006), Un archivio italiano (2006, con G. Giovannetti), Con l'incantesimo della parola (2007), Alle sponde del tempo consunto (2009), Letteratura e filologia fra Svizzera e Italia (2010; con A. Asor Rosa e G. Inglese), Nell'atelier dello scrittore (2010), Un meraviglioso ordegno (2013; con C. Veronese e V. Vitale), L'italiano in Svizzera (2014; con C. A. Di Bisceglia), William Blake. I disegni per la "Divina Commedia" (2014; con S. Schütze), L'italiano sulla frontiera (2015; con R. Ratti), Commento a ‘Quer Pasticciaccio brutto de via Merulana’ di C. E. Gadda (2015 e 2016; con la collaborazione di V. Vitale), Gadda: guida al ‘Pasticciaccio’ (2016, 2017 e 2018), Dante und die bildenden Künste (2016; con S. Schütze), Invenzione del moderno. (2017), William Blake. La “Divina Commedia” di Dante (2017; con S. Schütze), Inchiesta sul testo (2018), Tasso und die bildenden Künste (2018; con S. Schütze), I ‘Trionfi’ di Petrarca (2020, con M. M. S. Barbero), Saba, Ungaretti e altro Novecento (2021), Petrarca und die bildenden Künste (2021; con S. Schütze).